Category: América Latina

1.179 km, poesie di Stefano Strazzabosco, edito da Interlitq


(8)

 

Chthulucena

Adesso che conosco Donna Haraway
posso stimare con certezza il fatto
svincolato dall’atto, posso prendere
dei fili e disegnare un paesaggio
di cotone e di lana,
posso pensare alla misura e credere
che non è stata misurata, anzi
non era certa e non è pensabile
come la luce che viene e che va
dalla finestra aperta
sull’aldiquà
sull’aldilà

e chi la trova lucida
e chi la trova bella
e chi la trova solamente
un frammento di pelle
ricamato di niente

la somiglianza è inutile
la situazione è chiara, e il bene
rintanato negli angoli,
nel glomo dei saluti ripetuti
delle pallide vene
dei vessilli abbattuti,
è mischiato col fango
dei tuoi atti mancati

intiepidire l’acqua è il primo passo
risciacquare il secondo
il terzo è ricordarsi di mangiare
più volte nel corso del giorno

e il quarto è guardare
avanti, dietro e intorno
per vedere se è tutto
qui, nel compost del mondo

 


Stefano Strazzabosco

Biografia

Stefano Strazzabosco (1964) ha pubblicato saggi, edizioni critiche, antologie (come Oikos. Poeti per il futuro, 2020) e raccolte di poesia (la più recente: Brodskij, 2019).

Ha tradotto e pubblicato in volume poeti come Octavio Paz, Aurelio Arturo, Carlos Montemayor, Juan Gelman, César Moro, Eduardo Lizalde, Guillermo Fernández, Vicente Huidobro, Ángela García, Efraín Huerta.

Dal 2019 è membro del Comitato Editoriale del World Poetry Movement / Movimiento Poético Mundial.

Vive a Vicenza, dove ha diretto gli incontri internazionali di “dire poesia” (2009-2013), e a Città del Messico, dove ha fondato la casa editrice pirata La Vencedora.

1.179 km, poesie di Stefano Strazzabosco, edito da Interlitq


(6)

 

dicembre è sceso come una mannaia
sul nostro collo teso contro il freddo
della ceppaia. Hai detto: resta qui
e due ghiandaie hanno volato proprio
sopra di noi che tacevamo. Dopo
ti ho detto: portami con te
in bicicletta in vaporetto in treno
sotto il cappotto abbottonato a spina
di pesce grigio-nero, e non lasciarmi
cadere su un binario abbandonato
a luccicare come la stagnola
rotta del cioccolato
a chilometro zero

 


Stefano Strazzabosco

Biografia

Stefano Strazzabosco (1964) ha pubblicato saggi, edizioni critiche, antologie (come Oikos. Poeti per il futuro, 2020) e raccolte di poesia (la più recente: Brodskij, 2019).

Ha tradotto e pubblicato in volume poeti come Octavio Paz, Aurelio Arturo, Carlos Montemayor, Juan Gelman, César Moro, Eduardo Lizalde, Guillermo Fernández, Vicente Huidobro, Ángela García, Efraín Huerta.

Dal 2019 è membro del Comitato Editoriale del World Poetry Movement / Movimiento Poético Mundial.

Vive a Vicenza, dove ha diretto gli incontri internazionali di “dire poesia” (2009-2013), e a Città del Messico, dove ha fondato la casa editrice pirata La Vencedora.

1.179 km, poesie di Stefano Strazzabosco, edito da Interlitq


(5)

 

ti ho detto che sei anche un
miracolo, per me

il nume che è disceso e in un baleno
ha spezzato catene
e fatto chiaro in mezzo
al mio buio più nero

però
che cosa sei per me, davvero
io non lo so
e lo temo e lo spero

 


Stefano Strazzabosco

Biografia

Stefano Strazzabosco (1964) ha pubblicato saggi, edizioni critiche, antologie (come Oikos. Poeti per il futuro, 2020) e raccolte di poesia (la più recente: Brodskij, 2019).

Ha tradotto e pubblicato in volume poeti come Octavio Paz, Aurelio Arturo, Carlos Montemayor, Juan Gelman, César Moro, Eduardo Lizalde, Guillermo Fernández, Vicente Huidobro, Ángela García, Efraín Huerta.

Dal 2019 è membro del Comitato Editoriale del World Poetry Movement / Movimiento Poético Mundial.

Vive a Vicenza, dove ha diretto gli incontri internazionali di “dire poesia” (2009-2013), e a Città del Messico, dove ha fondato la casa editrice pirata La Vencedora.

1.179 km, poesie di Stefano Strazzabosco, edito da Interlitq


(4)

 

a un certo punto hai seminato stelle
perché crescesse il grano in questa casa

frutta fresca perché fosse
più dolce la tempesta

e i capelli che lasci si moltiplicano
costruiscono nidi

la tua pelle è foresta e plenilunio
pioggia che lava e batte
la terra su cui crepita la sete

abiti qui bel fiore
nero che fiorisci ogni notte

 


Stefano Strazzabosco

Biografia

Stefano Strazzabosco (1964) ha pubblicato saggi, edizioni critiche, antologie (come Oikos. Poeti per il futuro, 2020) e raccolte di poesia (la più recente: Brodskij, 2019).

Ha tradotto e pubblicato in volume poeti come Octavio Paz, Aurelio Arturo, Carlos Montemayor, Juan Gelman, César Moro, Eduardo Lizalde, Guillermo Fernández, Vicente Huidobro, Ángela García, Efraín Huerta.

Dal 2019 è membro del Comitato Editoriale del World Poetry Movement / Movimiento Poético Mundial.

Vive a Vicenza, dove ha diretto gli incontri internazionali di “dire poesia” (2009-2013), e a Città del Messico, dove ha fondato la casa editrice pirata La Vencedora.

1.179 km, poesie di Stefano Strazzabosco, edito da Interlitq


(3)

 

un pettirosso da combattimento
– no, non era questo
che ti volevo dire
non volevo citare De André
ma dal tuo petto è uscito sangue
quella volta che stavi
sotto di me e pensavi
che non c’era nient’altro
come in effetti era
e com’è oggi, ancora

e anche adesso che ti penso e stai
così lontana e in bilico
tra la gioia e il dolore
penso al tuo sangue che disegna
arabeschi d’amore
sul tuo petto e sul mio
impossibile cuore

 


Stefano Strazzabosco

Biografia

Stefano Strazzabosco (1964) ha pubblicato saggi, edizioni critiche, antologie (come Oikos. Poeti per il futuro, 2020) e raccolte di poesia (la più recente: Brodskij, 2019).

Ha tradotto e pubblicato in volume poeti come Octavio Paz, Aurelio Arturo, Carlos Montemayor, Juan Gelman, César Moro, Eduardo Lizalde, Guillermo Fernández, Vicente Huidobro, Ángela García, Efraín Huerta.

Dal 2019 è membro del Comitato Editoriale del World Poetry Movement / Movimiento Poético Mundial.

Vive a Vicenza, dove ha diretto gli incontri internazionali di “dire poesia” (2009-2013), e a Città del Messico, dove ha fondato la casa editrice pirata La Vencedora.